Il Brihat (il grande) Yoga Vasishta o Yoga Vasishta Maha Ramayana come viene anche chiamato, è un’opera di circa 32.000 distici sanscriti, tradizionalmente attribuiti a Valmiki, autore di Srimad Ramayana. È un dialogo tra il Saggio Vasishta e Sri Rama, durante il quale l’Advaita (la dottrina di non-dualità) nella sua forma pura di ajatavada (teoria del non principio) è esposta, con storie che fungono da spiegazione. Questa vasta opera è stata abbreviata alcuni secoli fa da Abhinanda Pandita, uno studioso del Kashmir, in 6.000 distici, con il nome di Laghu Yoga Vasishta. Quest’ultimo è un capolavoro esso stesso, come l’originale Brihat. Bhagavan Sri Ramana Maharshi era solito fare riferimento frequentemente allo Yoga Vasishta e ne ha anche incorporato sei distici nel suo Supplemento ai quaranta versi (versi dal 21 al 27). Un’ulteriore condensazione di questo lavoro fu fatta molto tempo fa, da un autore sconosciuto, in circa 230 distici, divisi in dieci capitoli, con il nome Yoga Vasishta Sara (Essenza dello Yoga Vasishta ), di cui viene presentata questa traduzione. Essa è davvero una miniera d’oro adatta per letture e meditazioni ripetute.

(Visited 442 times, 1 visits today)