LETTERA APERTA

A TUTTI COLORO CHE HANNO ASCELLE E INGUINE SCOTTATE

Per voi che non avete mai fatto digiuno e siete saturi di sporcizia di feci costipate e di pus, di muco stagnante e chi più ne ha ne metta , specialmente in questo periodo di caldo gli acidi urici e tutte le sporcizie che non riescono più a passare per il sistema linfatico e per i reni, fuoriescono dalle ascelle e dall’ inguine creando odori maleodoranti e cicatrici dando fastidi enormi. Salvatore Paladino insegna qualcosa di molto semplice che non vi costa una lira….
In primis clisteri giornalieri e lavaggi vaginali e , se siete capaci, depuratevi con soli liquidi di transito, eviterete così le piaghe che si formeranno nel vostro corpo. Per evitare ciò Salvatore v’informa che basta lavare l’inguine e ascelle prima con acqua e sale e poi con l’argilla ventilata come lui vi ha insegnato a fare nel video e non vi costa una lira altrimenti andate a spendere in erboristeria.
Una volta lavati e asciugati fate in modo di mettere fra le cosce e le braccia, dopo aver messo l’argilla come se fosse borotalco ( ma non mettete assolutamente il borotalco ), bende di cotone con i cerotti. Evitate così di strofinare la pelle in quelle zone perchè le irritereste dolorosamente e sarebbero cavoli vostri.
Sperando dipotervi scrivere ogni giorno ancora un pizzino al giorno …buona cura a tutti

(Visited 863 times, 1 visits today)