QUESTA PERSONA E’ UNA DELLE TANTE CHE PURTROPPO GRIDA NEL DESERTO COME GIOVANNI BATTISTA VENUTO AL MONDO PER BATTEZZARCI E TOGLIERCI DAI MALI DEL NOSTRO PECCATO D’ORIGINE.
QUESTA PERSONA HA PIENAMENTE RAGIONE E IO POTREI DIRE QUALCOSA DEI MASSACRI PERPETRATI ALLA MIA FAMIGLIA E A ME STESSO DIRETTAMENTE.
SONO DEGLI ASSASSINI PREZZOLATI!
SONO DEGLI 007 CON LICENZA D’UCCIDERE SENZA PAGARE LO SCOTTO!
LORO UCCIDONO E SONO DIFESI DALLA GIUSTIZIA E DALLA LEGGE.
IO GUARISCO LE PERSONE E RIDO’ LORO LA VITA E SONO STATO MASSACRATO 5 VOLTE!! L’ULTIMA VOLTA DICHIARATO MORTO DALLA MEDICINA ALLOPATICA CON DUE TAC FATTE. MI SONO RISVEGLIATO DOPO CIRCA 2 MESI SENZA CHE LORO MI AVEVANO FATTO TRASFUSIONE DI SANGUE E ANTIBIOTICI CONTRO L’INFEZIONE PERCHE’ ERO PIENO DI COLTELLATE, TRACHEE TAGLIATE SCATOLA CRANICA APERTA CON 3 EMATOMI, OCCHIO FRACASSATO, DENTI ROTTI, E PUNTI DI SUTURA (+ DI 40!), SPINA DORSALE SPEZZATA, VERTEBRE ABBASSATE E CASSA TORACICA SPEZZATA.
LORO MI AVEVANO DICHIARATO MORTO.
IO SONO VIVO PIU’ DI QUANTO LORO POSSANO IMMAGINARE.
ASCOLTATE QUESTA PERSONA CHE LAVORA IN UN OSPEDALE, ASCOLTATE COS’HA DA DIRE E RENDETEVI CONTO UNA VOLTA E PER TUTTE CHE SIAMO SOLTANTO MARIONETTE NELLE LORO MANI, O MEGLIO PEZZI DI CARNE CON GLI OCCHI.
SVEGLIATEVI, STUPIDI LAPPANI CHE NON SIETE ALTRO!! E RIBELLATEVI UNA VOLTA E PER SEMPRE!!!
________________________________________

“Scusa se ti scrivo qui in privato, ma non mi é possibile intervenire sulla bacheca pubblica, altrimenti avrei lasciato la mia testimonianza, magari senza sbilanciarmi così come farò ora, e in fondo capirai perchè.. ad ogni modo io lavoro in ospedale da 22 anni, sono un’infermiera. Sono amareggiata dai commenti che leggo..troppe persone purtroppo vivono nella totale ignoranza e inconsapevolezza, o peggio nella presunzione e nell’arroganza. Ne ho viste e ne vedo così tante, di situazioni, in ospedale, che se dovessi scriverle tutte mi ci andrebbero anni. Io combatto quotidianamente con questo tipo di “ingiustizie legalizzate” e la situazione si fa sempre più disperata, ma a volte ho l’impressione che la gente non voglia davvero guarire..oppure sono talmente obnubilati dai farmaci-veleno che prendono da non avere più la mente lucida. Eppure é tutto sotto ai nostri occhi..questa devastazione senza fine che sta distruggendo l’intera umanità. So di non esagerare, quando faccio queste affermazioni forti.. I pazienti “cronici” assumono a vita anche 20-30 pastiglie al giorno e stanno sempre peggio.. le persone sono numeri, patologie, pezzi di carne. Ogni medico guarda solo ed esclusivamente al proprio orticello (specialità la chiamano loro), lavorando sul paziente per compartimenti stagni. Quindi uno dice bianco, l’altro dice nero e la cavia (il paziente) subisce in silenzio lo scempio messo in atto sulla propria vita. Io ho seriamente pensato di cambiare realtà, di cercare davvero un posto dove mi sia possibile essere d’aiuto alle persone, perchè all’interno delle strutture ciò non é possibile. Le patologie oncologiche sono quintuplicate negli ultimi 10 anni e stiamo cadendo tutti come mosche..i medici non ci capiscono assolutamente nulla di alimentazione, loro stessi mangiano di merda, scusa il termine. Possibile che la gente ancora si affidi a questi carnefici, siano essi consapevoli di esserlo o no? Il mio dovrebbe essere un “lavoro” gratificante, invece sta diventando un supplizio per la mia anima. Ma in futuro prevedo di cambiare aria, per il momento purtroppo non lo posso fare, perché altrimenti finirei su una strada, senza uno stipendio, ma la mia coscienza grida, ogni santo giorno. So che riuscirò a prestare la mia opera, in futuro, in una realtà diversa, dove poter approciare olisticamente al malato. Ecco, se lo riterrai opportuno potrai pubblicare questa mia testimonianza, ma eventualmente ti chiedo solo la gentilezza di togliere il mio nome, non per mancanza di coraggio (ti assicuro che non le mando a dire nemmeno ai professoroni pluricertificati, in ospedale) ma solo perché al momento devo tutelarmi e non posso permettermi di perdere il lavoro, prima devo trovare una via alternativa e la sto già cercando. Io ti ringrazio, nuovamente e per l’ennesima volta, per il tuo lavoro al servizio degli altri, se ti ascoltassero davvero (e se ascoltassero tutti quelli -perché ce ne sono diversi- che si stanno salvando la vita con la medicina vera, non quella allopatica) non si ridurrebbero in quegli stati. E vorrei rispondere anche a tutti quelli che ti denigrano, che ti deridono: non sanno ciò che dicono, non lo sanno. E dovrebbero vergognarsi di contribuire a questo omicidio di massa autorizzato. Ciao Salvatore, buona notte. Che Dio ti benedica”.

(Visited 286 times, 1 visits today)