Lettera aperta

Dopo il massacro subito anni fa da Salvatore, le sue condizioni fisiche soprattutto, vanno mano mano deteriorandosi purtroppo…
E chi ci segue lo avrà notato, le sue pile vanno scaricandosi, e non è più in grado di attingere e affrontare situazioni e persone come lo faceva con grinta e decisione di una volta, soprattutto per le forze che vengono meno…

A tutti coloro che chiedono di essere curati da lui stesso, sotto la sua supervisione, nonchè a sue proprie spese economiche, gli diciamo che tutto questo non è più possibile. Come potete chiedere di farvi fare carico di spese per cure e tutto ciò che gira intorno alla terapia, da una persona che vive e arriva a fine mese con la sola pensione ?!!

Altra cosa non gradita, e che è sintomo di alta maleducazione e non rispetto della vita privata, nonchè privacy della stesso Salvatore, è presentarsi dietro casa sua, con richieste strane e persino di essere ospitati. Se si presenta qualcuno dietro casa vostra, voi come vi comportereste? Accogliereste uno straniero e sconosciuto ?!! Penso proprio di NO!…

Pertanto Salvatore con le ultime forse ed energie che dispone, riesce ancora a rilasciare importanti informazioni, e se voi le capite, vi svegliate un poco e li mettete in pratica, e non sareste a rompere “maroni”, per non usare altre parole scurrili, inviando mail e richieste deficienti, che manco i bambini dell’asilo fanno ad una maestra. Come siete stati bravi ad ammalarvi, così dovete esserlo per guarirvi, cercando e studiando le informazioni, e a metterle in pratica, quindi curandovi a casa vostra, Se non ci riuscite, ed avete la fortuna di essere accolti da Salvatore, almeno vi presentate con qualche conoscenza sulla terapia e sul modo di pensare di noi tutti da queste parti.

(Visited 39 times, 1 visits today)