Tra le lettere di ringraziamenti e di affetto che arrivano a Salvatore Paladino, volevo farvi leggere una in particolare che testimonia la sua grande voglia e bisogno di aiutare il prossimo nonostante le sue condizioni dopo il massacro subito da lui. La vitalità che c’è in lui è indescrivibile e l’immensità del suo cuore è inimmaginabile. (Wiola)

“UN INCONTRO STRAORDINARIO…
Siamo in viaggio di ritorno per Salerno, dopo 9 giorni di permanenza a Marsala. Ci aspettano 12 lunghe ore di autobus: gli occhi silenziosi lasciano il paesaggio dal finestrino ma i nostri cuori sono altrove…
Tutto ha avuto inizio circa un mese fa, dopo aver visto diversi video di interviste in rete in cui un marsalese di nome Salvatore Paladino affrontava argomenti che spaziavano dalla naturopatia alla spiritualità, dall’ufologia all’alimentazione, dall’esoterismo più intricato al digiuno terapeutico, ecc… con una naturale e talvolta brutale profondità ed una genuina semplicità mai riscontrate prima.
Abbiamo dunque sentito un istintivo bisogno di metterci in contatto con lui per poterlo incontrare di persona. In particolare a colpirci erano stati video riguardanti il massacro subito da Salvatore (forse come conseguenza della grandi verità che la sua presenza incarna) e la sua miracolosa guarigione che abbiamo poi voluto constatare dal vivo, notando con stupore che le profonde ferite ed ematomi, considerati inguaribili dalla medicina ufficiale, si vedevano appena, eccetto il dolore alla spina dorsale che talvolta lo attraversava costringendolo a limitare la sua imponente vitalità.
Oltre la sua testimonianza vivente abbiamo incontrato diverse persone da lui ospitate che, attraverso le sue informazioni e le sue tecniche di guarigione, si sono ritrovate incredibilmente sane, vive e con la gioia nel cuore, dopo anni di dolori e speranze ormai perse, stanno ai verdetti della medicina ufficiale che li aveva lasciati nel più desolato sconforto. (Numerose sono le testimonianze disponibili in rete di persone guarite dalle più svariate patologie).
Anche noi, come loro , siamo stati ospitati nella sua casa di campagna, un Eden di profumi e fiori d’arancio, accompagnati dai suoi collaboratori e accolti da Giovanna, l’angelo della casa, e dal maestro asceso/acceso esperto in yoga tantrico Black-Brown. Nonostante avessimo avuto solo un breve contatto telefonico la loro disponibilità ed ospitalità ha superato di gran lunga ogni nostra aspettativa. Avevamo chiesto di poter incontrare Paladino anche solo per poche ore e invece abbiamo trascorso tutti i giorni in sua compagnia, tra il magnetico Salvatore che ci parlava di coscienza cristica, recitava versi permeati di un misticismo ormai sconosciuto, scritti da ragazzo sotto chissà quale influsso superiore, e il goliardico Turiddu che faceva battute a raffica e raccontava comicissimi aneddoti, la maggior parte dei quali realmente vissuti in prima persona. Inoltre ci ha deliziato con le sue originali e meravigliose ricette vegetariane: dalle crèpes con farina di ceci ed erbette della colazione alle “mistiche” polpettine di spezie, dalle profumate tisane agli energetici succhi di carote, dalle zuppe dai mille colori e sapori alle semplici “panelle” tipiche della zona… Queste e tante altre ancora preparate con la sapienza di un alchimista e l’amore di un padre… Il tutto contornato da straordinarie perle di saggezza, da racconti di durissime esperienze di vita che nonostante tutto non hanno smorzato l’ironia e l’ingenua leggerezza del suo profondo candido essere.
Torniamo a casa con malinconico affetto, permeati da una nuova energia che ci ha scosso dentro, che sentiamo cambierà fortemente la nostra percezione della vita e che va oltre le preziose conoscenze e gli “insegnamenti sconosciuti” ricevuti da questo incredibile incontro.
Gianpiero, Rossella e Dario”

(Visited 55 times, 1 visits today)